menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I due sono stati arrestati - Foto repertorio

I due sono stati arrestati - Foto repertorio

Ubriachi, tentano di uccidere due carabinieri con colteli da macellaio

I militari erano intervenuti per sedare una violenta rissa tra i due aggressori. Improvvisamente, però, i due si sono scagliati contro i carabinieri, cercando di accoltellarli. Dopo una violenta colluttazione sono stati fermati e arrestati

Hanno seminato il panico nel palazzo. Prima si sono presi a calci e pugni all’ingresso della propria abitazione. Poi hanno aggredito un condomino che nulla aveva a che fare con le loro discussioni. Quindi, visibilmente ubriachi, e armati, si sono scagliati contro i carabinieri per ucciderli. 

Serata di follia, quella di venerdì, per due giovani romeni - in Italia da poco - che sono stati arrestati dai militari della compagnia di Vimercate con le accuse di tentato omicidio, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. 

Poco dopo le venti, i due, un diciottenne e un ventunenne, hanno iniziato a litigare violentemente in un condominio di Vaprio d’Adda, in via per Trezzo 47. Allertati dai residenti, i carabinieri sono immediatamente intervenuti sul posto e hanno cercato di calmare gli animi, che si sono ulteriormente infervorati quando la colluttazione ha coinvolto un condomino di passaggio. 

A quel punto, la situazione è definitivamente precipitata. Gli aggressori, entrambi nullafacenti, sono entrati in casa, hanno afferrato due coltelli da macellaio e si sono scagliati contro i militari. Uno ha cercato di ferire l’autista della volante al collo, mentre l’altro ha sferrato una coltellata al basso ventre contro il capo pattuglia. 

I due giovani carabinieri, nonostante il pericolo, non hanno indietreggiato e - dopo una violenta rissa durata alcuni minuti - sono riusciti a bloccare ed immobilizzare i due, che sono poi stati portati in caserma dagli altri uomini dell’arma giunti sul posto. 

I militari aggrediti hanno riportato lesioni, che li hanno costretti a un viaggio al pronto soccorso. Gli aggressori, invece, sono stati portati al carcere di San Vittore. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento