rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Tentò di soffocare la figlia "moderna": sconto di pena

Per la Cassazione non erano futili i motivi che avevano condotto il padre, musulmano, a cercare di soffocare la figlia che frequentava un ragazzo italiano e cattolico

La figlia quasi maggiorenne aveva avuto rapporti intimi con il fidanzato: peccato che lei fosse musulmana e il ragazzo, italiano, di fede diversa. Tanto bastò a un padre, H.A., 63 anni, per tentare di soffocare la figlia a causa del presunto disonore provocato alla famiglia. Successe il 4 settembre 2011.

La Cassazione però ha stabilito che quel padre non merita l'aggravante dei futili motivi. E nemmeno quella della premeditazione, nonostante dal processo fosse emerso che l'uomo avrebbe riflettuto per tutta una notte sull'opportunità di consumare quel delitto: troppo poco, secondo la Cassazione.

La suprema corte ha così rinviato in appello la sentenza, del 7 novembre 2012, che condannava l'uomo a sette anni di reclusione. Nella sentenza di Cassazione, depositata mercoledì 18 dicembre, si legge che i motivi ("per quanto non siano assolutamente condivisibili nella moderna società occidentale") "non possono essere definiti futili, non potendosi definire né lieve né banale la spinta che ha mosso l'imputato ad agire".

Secondo la ricostruzione giudiziale, l'uomo, dopo avere maturato la decisione di compiere il delitto, attese che la moglie italiana uscisse di casa, poi prese un sacchetto di plastica e lo mise in testa alla figlia 17enne. La ragazza riuscì - dimenandosi - a lacerare il sacchetto e implorò al padre di punirla ma non di ucciderla. Ma l'uomo rispose che "le botte non servivano, doveva pagare per quello che aveva fatto", e che "a lui non importava di finire in galera". La ragazza riuscì però a fuggire trovando riparo in casa di una zia.

Il giorno prima l'uomo aveva sorpreso la figlia sola in casa col fidanzato: lei era coperta da un asciugamano e lui era scappato sul balcone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentò di soffocare la figlia "moderna": sconto di pena

MilanoToday è in caricamento