rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Isola / Piazzale Lagosta

Travolge con l'auto l'ex fidanzata ed un'amica dopo una lite in piazzale Lagosta

E' successo nella notte tra mercoledì e giovedì. Protagonista un giovane di 22 anni

Dopo una violenta lite con l'ex compagna e con il fratello di lei, è salito in auto, ha preso la rincorsa ed ha lanciato la vettura a velocità contro la donna, travolgendola ed andandosi a schiantare contro la pensilina dell'autobus in piazza Lagosta, a Milano. Nell'incidente, avvenuto intorno all'una di giovedì, è stata investita anche un'amica loro, che aveva cercato di fermare l'aggressore. 

E' l'epilogo di quello che doveva essere un incontro per chiarire la situazione sentimentale della coppia, Matteo C. e G. D., entrambi di 22 anni. L'appuntamento era stato voluto dal ragazzo che aveva contatto l'amica in comune, Eleonora F. di 19 anni, perché cercasse di mediare. Le cose sono degenerate fin da subito, soprattutto per un forte diverbio scoppiato tra Matteo e il fratellino 17enne dell'ex, G. D. Il ragazzino, cercando di difendere la sorella, avrebbe colpito con un pugno in faccia il 22enne e poi lo avrebbe minacciato con un coltello (più tardi ritrovato dalla polizia).

Ad un tratto, forse quando Matteo ha compreso che non c'era più nulla da fare per recuperare quella storia d'amore finita da oltre un anno e dalla quale è nato anche un bambino, è andato in escandescenza ed ha deciso di far fuori la ragazza, devastando la sua Fiat Panda celeste. 

Ad assistere alla parte più drammatica della lite, c'era anche un tassista che ha telefonato il 112. Immediato l'arrivo delle volanti e delle ambulanze. Mentre i paramedici hanno soccorso le ragazze, che fortunatamente hanno riportato solo diverse lesioni agli arti inferiori e non sono in pericolo di vita, trasportandole al Galezzi, la polizia ha arrestato il giovane che nel frattempo, a piedi, si era rifugiato all'interno del bar Baraonda all'incrocio con via Garigliano. Aveva una ferita al sopracciglio sinistro e al setto nasale, conseguenza dello schianto, ma ha cercato di accusare il fratello dell'ex, sostenendo che tutto fosse colpa sua.

Il ragazzo è un nullafacente e dopo la separazione dalla 22enne, con la quale viveva in zona Comasina, era andato a vivere con i nonni perché i genitori lo avevano cacciato di casa nel 2010, in seguito ad una brutta lite verbale finita con una denuncia da parte dei padri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolge con l'auto l'ex fidanzata ed un'amica dopo una lite in piazzale Lagosta

MilanoToday è in caricamento