rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Via 4 Novembre

Accoltellato e con una bottiglia conficcata in pancia, con nonchalance s'accende sigaretta

L'uomo, 50 anni, aveva appena rifiutato una sigaretta a un conoscente. In tutta risposta è stato accoltellato. Ma, prima di svenire, con aplomb si è acceso la sigaretta

Un ivoriano 37enne è stato arrestato per tentato omicidio, a Milano, a causa di una sigaretta negata dalla sua vittima. E' successo nella notte tra sabato e domenica scorsa in piazza 4 novembre, quando l'ivoriano si è avvicinato a un conoscente senegalese di 50 anni chiedendogli da fumare.

Al rifiuto l'ha colpito con alcune coltellate e con un coccio di bottiglia che gli si è conficcato nell'addome. Nonostante le ferite, e la notevole perdita di sangue, il senegalese si è appoggiato a un palo e ha acceso una sigaretta come se nulla fosse.

Così lo hanno trovato i carabinieri intervenuti per soccorrerlo, pochi secondi prima che svenisse. Trasportato in codice rosso all'ospedale Fatebenefratelli, è tuttora in prognosi riservata anche se sembra non sia in pericolo di vita.

I militari hanno trovato l'aggressore, William Lamineme, nascosto dietro un cespuglio con i vestiti sporchi di sangue, ma in un primo momento non hanno potuto arrestarlo per mancanza di prove sufficienti.

Lunedì mattina, però, il ferito ha ripreso conoscenza e ha potuto effettuare un riconoscimento fotografico che ha incastrato l'ivoriano, arrestato in giornata a pochi metri dal luogo del ferimento mentre si trovava in compagnia di altri stranieri (fonte: ansa).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellato e con una bottiglia conficcata in pancia, con nonchalance s'accende sigaretta

MilanoToday è in caricamento