Litigano per il subaffitto, colpisce con l'accetta il rivale e lo manda in ospedale in fin di vita

L'aggressore è stato arrestato dai carabinieri

Repertorio

Prima hanno iniziato a discutere, in piena notte, per soldi: parlavano del subaffitto di un appartamento, forse quello in cui convivono a Turbigo, nel Milanese. Poi, ben presto, la discussione è degenerata e dalle urla si è passati ai fatti: uno dei due, il proprietario di casa, ha afferrato un'accetta e si è scagliato contro il rivale, colpendolo più volte e facendolo finire in ospedale in fin di vita.

Protagonisti due cittadini turchi, un uomo di 42 anni e uno di 34. Quest'ultimo è la vittima e ora si trova ricoverato all'ospedale di Legnano. I medici tengono riservata la prognosi ma trapela che sia in pericolo di vita. Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri della compagnia di Legnano, intervenuti sul posto, il 42enne ad un certo punto della lite ha afferrato l'accetta colpendo il connazionale alla testa e al collo, in punti vitali.

Arrestato l'aggressore

Gravissime le lesioni riportate dal 34enne, portato d'urgenza in ospedale dai sanitari del 118: come detto, non è ancora fuori pericolo. I militari hanno arrestato il più anziano, che ora risponde di tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Milano, sale sul bus e spara sei colpi di pistola: 21enne identificato grazie a questo video

Torna su
MilanoToday è in caricamento