menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sul posto la polizia locale (foto Rovellini)

Sul posto la polizia locale (foto Rovellini)

Da Vicenza a Milano per suicidarsi, studentessa salvata dai vigili

Aveva detto alla famiglia che stava frequentando l'università con profitto. Ma non era così. Era arrivata a Milano con l'intento di togliersi la vita

Aveva detto alla famiglia che stava frequentando l'università con profitto. Ma non era così. Non era vicina alla laurea. Qualche esame dato, ma nulla di più. Così, da Vicenza, si era spostata a Milano, inviando un sms al fratello: "Sono a Milano per suicidarmi". Un momento di disperazione. Con l'aggiunta: "Mi trovo in Stazione centrale".  

Sono questi i dettagli della segnalazione arrivata alla polizia locale, come riporta il Corsera. Dalla centrale operativa sono scattate subito le ricerche. Sono le 19 di sabato 19 aprile. Si cerca una giovane di 24 anni.

Le pattuglie dei vigili, con nome e descrizioni della studentessa in mano, hanno cominciato a cercarla intorno alla stazione. Poi sono passati agli alberghi. Hanno interrogato i portieri e chiesto i registri delle presenze.

Nel terzo hotel, hanno trovato il nome della giovane; erano ormai circa le 22. I vigili sono corsi su, fino alla stanza.

La ragazza era dentro, sola. Poco dopo, dalla centrale della polizia locale in piazza Beccaria, è partita una telefonata al fratello della studentessa: «La ragazza è con noi, sta bene».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento