Cronaca

Terremoto in Pianura Padana: la seconda scossa avvertita nel Milanese

Morti e feriti tra Ferrara e Bologna per due scosse di terremoto; la seconda, alle 4 di domenica 20 maggio, è stata avvertita anche nel Milanese

Il terremoto è stato sentito distintamente in Lombardia; nell'immagine, una torre caduta nel Modenese (da Twitter)

Una forte scossa di terremoto ha colpito l'Emilia Romagna, in particolare il Ferrarese, nella notte di domenica 20 maggio. In Lombardia, molto marginalmente è stata "investita" Milano, mentre diversi sono i danni (per fortuna non a persone) nel Mantovano. 

Sono state colpite anche le province di Modena, Mantova e Rovigo. Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 6,2 chilometri di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni modenesi di Finale Emilia e San Felice sul Panaro e di quello mantovano di Sermide. La scossa è stata seguita all'1.43 da una replica di magnitudo 2.2.

Un'ulteriore scossa di magnitudo 5.9 è stata registrata alle 4.04 in Emilia e avvertita in tutto il Nord Italia. Epicentro 36 chilometri a nord di Bologna. Quest'ultima scossa è stata avvertita distintamente anche a Milano; numerose le chiamate ai centralini dei vigili del fuoco, ma non si registrano danni a persone o cose. Solo un grosso spavento.    

Quattro automezzi dei vigili del fuoco di Milano, con relative squadre, sono partiti in direzione di Mantova per agire come supporto ai loro colleghi che operano per i controlli e i primi interventi nel basso Mantovano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Pianura Padana: la seconda scossa avvertita nel Milanese

MilanoToday è in caricamento