"Fatima voleva far diventare terroristi i genitori e la sorella"

Le motivazioni della condanna in appello per la prima foreign fighter italiana

Fatima

Maria Giulia Sergio, alias Fatima, era seriamente intenzionata a compiere un attentato e voleva coinvolgere la famiglia nella lotta dell'Islam radicale contro l'Occidente. Lo scrivono i giudici del tribunale di Milano che, in appello, hanno confermato la condanna in primo grado alla prima "foreign fighter" italiana, a cui sono stati comminati nove anni di reclusione per terrorismo internazionale.

La ragazza, dopo essersi convertita all'Islam, insieme al marito albanese Aldo Kobuzi (anche lui condannato), aveva lasciato Inzago, nel Milanese, per la Siria, e aveva convinto l'intera sua famiglia (padre, madre e sorella), a sua volta convertitasi all'Islam, a raggiungerla nei territori controllati dal sedicente Stato islamico (Isis). 

Il "piano" era stato interrotto dal blitz con cui le forze dell'ordine avevano arrestato la famiglia di Maria Giulia Sergio a Inzago. Nel frattempo la madre è deceduta, mentre il padre e la sorella sono stati a loro volta condannati, anche se si proclamano innocenti e affermano che non avrebbero avuto intenzione di compiere atti di terrorismo. La sorella Marianna, poi, ai giudici d'appello ha spiegato che Maria Giulia potrebbe addirittura essere morta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i giudici, i familiari di Maria Giulia - se non fossero riusciti a raggiungerla in Siria, per un qualunque motivo - avrebbero dovuto occuparsi di "fare il jihad in Italia". Ed il viaggio era finalizzato non certo e non soltanto ad un generico "ricongiungimento familiare", ma all'adesione alla lotta terroristica dell'Is da parte dell'intera famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Milano: folle fuga dei rapinatori contromano, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento