rotate-mobile
Cronaca

Due presunti terroristi a bordo di una Citroen: l'alert in tutta Italia

La segnalazione è partita da Como. Ecco chi sono

Una "caccia all'auto" in tutto il territorio nazionale: le forze dell'ordine italiane sono alla ricerca di due tunisini di 31 anni e 37 anni, Wassim Ben Hassen e Fouad Khaskhoussi, dati a bordo di una Citroen bianca con targa tedesca (DA411U), immatricolata a Darmstadt in Assia, e la segnalazione è partita da Como, anche se non è chiaro in quale punto esatto abbiano passato il confine con la Svizzera.

Il più anziano dei due è già noto alle forze dell'ordine del nostro Paese, in particolare - secondo quanto riferisce il Corriere, che riporta la storia dettagliatamente - è stato fotosegnalato alla polizia di Genova ed avrebbe precedenti proprio per terrorismo, mentre il più giovane ha dimorato in passato a Reggio Emilia. 

Ed è inevitabile ricordarsi immediatamente di Anis Amri, responsabile della strage di Berlino prima di Natale 2016, ucciso poi in uno scontro a fuoco con la polizia a Sesto San Giovanni: ricostruito il suo viaggio, si è capito che ha vagato per alcuni giorni in Europa, prendendo diversi treni per evitare di farsi scoprire, fino a giungere appunto nel Milanese. L'Italia è dunque una tappa "logistica" del terrorismo internazionale di matrice islamica? Gli investigatori non lo escludono, ma non hanno nemmeno ancora raggiunto risultati concreti che possano far dire questo. 

E più recentemente è emersa la storia del ventenne (tunisino anche lui) Tommaso Youssef Hosni, che ha accoltellato due militari e un poliziotto in Stazione Centrale durante un normale controllo. Non un terrorista, ma sicuramente radicalizzato da poco, come testimoniano i video dell'Isis che condivideva sul suo profilo Facebook (ora oscurato dalla polizia). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due presunti terroristi a bordo di una Citroen: l'alert in tutta Italia

MilanoToday è in caricamento