rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Porta Lodovica / Via Roberto Sarfatti

Università, arrivano i software anti-plagio per stanare chi copia

Tesi, paper, tesine ed esami: gli specialisti del copia-incolla rischiano di essere scoperti più facilmente

Dedicato a tutti gli studenti che vorrebbero diventare specialisti del copia-incolla e confezionare tesi, tesine, paper ed esami con veri e propri collage di testi altrui: d'ora in poi l'operazione sarà più complicata. O meglio, sarà più alto il rischio di essere beccati. Non è soltanto questione di plagio, ovviamente, ma anche di serietà. E le università milanesi si stanno attrezzando per evitare che cose del genere accadano.

L'informatica, che aiuta a copiare, aiuterà anche a scovare chi copia. Un esempio è il software Turnitin, che verrà adottato dall'università Liuc di Castellanza dal 1 gennaio 2014 per controllare paper e tesi di laurea. 40 miliardi di pagine web archiviate, ma anche 300 milioni di documenti e oltre 100 mila libri: questi i numeri del potente software antiplagio. Un software analogo è già in uso presso la Bocconi e se n'è dotato anche il dipartimento di economia della Bicocca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, arrivano i software anti-plagio per stanare chi copia

MilanoToday è in caricamento