Cronaca

Coronavirus, Lombardia: dal 21 aprile test sierologici a tappeto per medici e infermieri

Questo grande screening era stato annunciato alcune settimane fa dalla Regione. Il progetto

Repertorio

“Saranno effettuati 20.000 test sierologici al giorno, dal 21 aprile, cominciando dagli operatori sanitari e socio sanitari della Lombardia e dai cittadini che devono tornare al lavoro con particolare riferimento alle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi”. Lo comunica in una nota Regione Lombardia.

“I test – ideati e testati dall’Irccs pubblico San Matteo di Pavia – certificheranno l’immunità al virus e permetteranno di gestire in modo consapevole la cosiddetta fase 2. Al San Matteo di Pavia, uno dei 4 Irccs (Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) pubblici della Regione, sarà riconosciuta dalla società che produce i test una royalty dell’1%”.

“Risorse – conclude la Regione – che saranno reinvestite per finanziare la ricerca pubblica e i ricercatori impegnati ogni giorno in prima linea per la lotta al Covid”. Questo grande screening era stato annunciato alcune settimane fa dalla Regione. 

Cosa sono i test sierologici? Cosa cambia col tampone?

C'è una grossa differenza tra i tamponi e test sierologici. I primi forniscono un'istantanea sull'infezione causata dal coronavirus, i test sierologici, invece, "raccontano" la storia della malattia. Attraverso questo esame si possono individuare gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta al virus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Lombardia: dal 21 aprile test sierologici a tappeto per medici e infermieri

MilanoToday è in caricamento