menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I due fondatori di The Show

I due fondatori di The Show

Milano, la vice sindaco Scavuzzo contro i due youtuber di The Show: "Bravata inaccettabile"

Scavuzzo: “Parliamo di due giovani che potrebbero trasmettere ai propri followers messaggi di ben altro valore e invece, come spesso accade purtroppo, preferiscono insulse bravate”

“Un ringraziamento alla polizia di Stato per l’intervento che ha portato alla denuncia dei due youtubers, noti come ‘The show'”. Il vicesindaco di Milano e assessore alla Sicurezza, Anna Scavuzzo, commenta così la denuncia per usurpazione di titolo, effettuata lunedì scorso dagli agenti del Commissariato Monforte/Vittoria nei confronti dei due ragazzi a seguito della segnalazione di un commerciante.

“È già grave – sottolinea la vicesindaco – che ci si serva del nome dell’Amministrazione senza averne alcun titolo. Ma che, in questo particolare momento, si usi il logo del Comune per avvicinare i cittadini e fare stupidi scherzi da postare in rete è inaccettabile”.

“Parliamo di due giovani che potrebbero trasmettere ai propri followers messaggi di ben altro valore e invece, come spesso accade purtroppo, preferiscono insulse bravate” osserva Scavuzzo.

“Il Comune di Milano ha messo in campo uno sforzo enorme per far fronte a questa emergenza, con donne e uomini impegnati in prima linea ogni giorno. Nel rispetto di queste persone e soprattutto delle difficoltà che la nostra città e tutto il Paese stanno affrontando, mi aspetterei da loro delle scuse. Quello sì che sarebbe d’esempio per i nostri ragazzi”.

Cos'è accaduto con i ragazzi The Show?

I protagonisti di Th Show si facevano passare per 'assistenti civici' del comune di Milano. Lunedì scorso 1 giugno, a Milano, la polizia di Stato ha denunciato i due, italiani di 29 anni, e sequestrato loro una pettorina gialla con la scritta 'Comune di Milano – Assistente Civico' e due tesserini plastificati con la loro fotografia e il logo del Comune di Milano.

Gli agenti del Commissariato Monforte Vittoria sono intervenuti dopo che venerdì 29 maggio, il titolare di un negozio alimentare in corso Lodi, mentre conversava con un cliente, era stato avvicinato da un ragazzo, con la pettorina gialla con la dicitura 'Comune di Milano assistente civico' e con il badge con fotografia e stemma del Comune di Milano, che, qualificatosi quale pubblico ufficiale, aveva intimato ai due di allontanarsi perché, a suo dire, erano troppo vicini.

Il petardo 'contro' l'esercente

Alla richiesta di spiegazioni da parte del negoziante, il presunto 'assistente civico' ha ripetuto loro che i due non erano a debita distanza come previsto dalle misure anti-Covid19 e, dopo aver estratto un petardo dal marsupio, lo ha posizionato sul tavolo del locale. L’esercente, temendo per la sua e altrui incolumità, ha, quindi, afferrato l’artifizio scagliandolo lontano.

Il ragazzo, allora, ha reiterato il gesto accendendo un secondo petardo che l’uomo ha afferrato, fronteggiando contemporaneamente lo sconosciuto prendendolo per il bavero della camicia e allontanandolo con vigore di alcuni metri per poi tornare verso il locale.

Il giovane ha seguito il negoziante e, dopo aver estratto un blocchetto, gli ha detto che avrebbe provveduto a verbalizzare la violazione ed elevare la relativa contravvenzione. L’uomo si è reso conto, a quel punto, che non era un blocchetto per verbali ma per ricevute, intuendo che non si trattava quindi di un pubblico ufficiale.

Il giovane, dopo avergli detto che si trattava di uno scherzo, è stato riconosciuto da un dipendente del locale come uno dei due youtuber del canale denominato The Show - fondato dai 29enni Alessio Stigliano e Alessandro Tenace e seguitissimo canale Youtube - con il suo amico che era lì nei pressi, si è allontanato facendo perdere le tracce.

Il titolare dell’esercizio commerciale ha inviato una mail Pec al Commissariato Monforte Vittoria segnalando l’episodio e i poliziotti lunedì mattina 1 giugno si sono recati da lui per delucidazioni sull’accaduto: in quel frangente, i due giovani sono stati notati in piazza Medaglie d’Oro poiché riconosciuti dall’esercente mentre transitavano a piedi. Gli agenti hanno, quindi, fermato i due uno dei quali stava proprio indossando la pettorina lungo la strada in modo tale, considerate le misure anti Covid19 in atto, da ingenerare confusione nei passanti in relazione alla presunta “qualifica” rivestita.

Subito dopo i due 29enni, sono stati accompagnati presso gli uffici di via Poma dove i poliziotti, dopo aver posto sotto sequestro il materiale, li hanno deferiti all’autorità giudiziaria in stato di libertà per usurpazione di titoli.

Assistenti civici del comune di Milano, denunciati due membri di The Show-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Vaccini Covid a disabili e fragili, ma non sempre si riesce a prenotare

  • Coronavirus

    Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento