Cronaca

Traffico di rifiuti metallici, sequestrata un'azienda nel Milanese

L'operazione della guardia di finanza

Sequestrata nella Città metropolitana di Milano un'azienda che opera nel settore del commercio di metalli ferrosi, da parte della guardia di finanza di Torino: è il seguito dell'operazione "Ferramiù" che, nel mese di marzo del 2021, aveva già portato a diverse misure cautelari e sequestri di beni e aziende per traffico internazionale di rifiuti.

Le indagini hanno consentito di individuare la società: essa predisponeva la "copertura" documentale e contabile dei rifiuti metallici illecitamente reperiti sul territorio nazionale, attestandone falsamente la regolarità secondo i requisiti richiesti dalla normativa dell’Unione europea. Successivamente, tali rifiuti venivano consegnati a fonderie o altre società commerciali del settore per essere reimmessi nel circuito produttivo. Il ruolo della società appena sequestrata era proprio quello di dare una patina di liceità alle operazioni di acquisizione illecita di rifiuti metallici.

I finanzieri piemontesi hanno anche sequestrato beni per oltre 43 milioni ed eseguito un'ordinanza di custodia cautelare per sette persone, di cui sei in carcere e una ai domiciliari. In tutto l'operazione ha portato al sequestro di beni per oltre 176 milioni e di due aziende (una in Lombardia e una in Piemonte), nonché all'esecuzione di 22 ordinanze di custodia cautelare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di rifiuti metallici, sequestrata un'azienda nel Milanese

MilanoToday è in caricamento