menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La trappola

La trappola

Milano, costruisce trappola per uccelli usando cassa con il 'canto' del cardellino: denunciato

La perquisizione ha consentito di rinvenire e sequestrare numerosi uccelli: 10 cardellini, tre nella trappola nel bosco e 7 a casa, e un lucherino. Il racconto dei carabinieri

C'era una cassa acustica che riproduceva il canto del cardellino, c'erano tre gabbiette con all'interno diversi cardellini e lucherini e c'erano varie reti, archetti e ramoscelli unti con una sostanza viscosa utili alla cattura degli uccelli, che sul mercato costano anche 300 euro. È stato tutto sequestrato e il proprietario del materiale - una vera e propria trappola illegale per uccelli - è stato denunciato.

È quanto i carabinieri della stazione di Assago, insieme al personale del Wwf, ha portato a galla nella mattinata di giovedì. I militari hanno deferito in stato di libertà un 60enne residente ad Assago, con precedenti penali. L'uomo è ritenuto responsabile dei reati di furto aggravato e disposizioni in materia venatoria (legge 157/1992) commessi all'interno di un'area boschiva nel comune di Assago.

Così riproduceva il canto del cardellino: video

Il controllo nel bosco e la trappola illegali per uccelli

I militari sono intervenuti tempestivamente su richiesta guardie volontarie Wwf Lombardia che avevano trovato una sorta di capanno al cui interno era stata costruita una vera e propri trappola all'interno della quale c'erano delle casse che riproducevano il canto del cardellino, oltre a tre uccellini già in gabbia. L'uomo usava metodi e strumentazione vietati dalla legge per praticare uccellagione e cattura di specie protette.

La perquisizione sul posto e presso la sua abitazione ha consentito di rinvenire e sequestrare numerosi uccelli: 10 cardellini, tre nella trappola nel bosco e 7 a casa, e un lucherino.

Sequestrati anche oggetti ed apparecchi acustici solitamente utilizzati per l'attività venatoria illecita. Gli animali sottoposti a sequestro sono stati affidati in custodia giudiziale al gruppo guardie Wwf Lombardia con sede a Cenate Sotto (Bergamo) mentre i restanti oggetti, repertati, saranno conservati presso l'Ufficio corpi di reato. Per gli uccellini sarà la rinascita. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    La Lombardia spera di tornare gialla: cosa cambia

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento