Ultrà morto durante gli scontri prima di Inter-Napoli: "Trasferte vietate e curva chiusa"

La rabbia del Questore, Marcello Cardona. Già arrestati tre ultras nerazzurri, pronti i Daspo

La curva Nord dell'Inter

Pugno duro della polizia contro gli ultras dell'Inter. Dopo la morte di Daniele Belardinelli, il tifoso di 35 anni investito e ucciso da un Suv mercoledì sera durante gli scontri prima di Inter-Napoli, il Questore di Milano, Marcello Cardona, ha deciso di dire basta e di rendere dura la vita ai gruppi della curva Nord.  

Scontri prima di Inter-Napoli, un morto | Video

"Mi sono sentito con il capo della Polizia, Gabrielli, e con il Procuratore di Milano Greco. Richiederò in via d'urgenza al dipartimento della pubblica sicurezza di vietare le trasferte dell'Inter fino alla fine del campionato - ha annunciato giovedì mattina -. Richiederò, inoltre, l'immediata chiusura della curva dell'Inter fino al 31 marzo 2019: 5 giornate di campionato e una di Coppa Italia".

"Per noi è inaccettabile quello che è successo - ha attaccato il capo della polizia milanese -. Proprio lì vicino era previsto l'aggancio dei pulmini con una pattuglia di scorta, la Meazza 1. È stata un'azione squadristica avvenuta in modo ignobile e stiamo già preparando dei Daspo durissimi". 

Video | Cardona: "Basta trasferte per i tifosi dell'Inter"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La stessa polizia meneghina ha già arrestato tre ultras interisti (e in serata ha comunicato che gli indagati sono per ora nove) che avrebbero preso parte ai tafferugli poi costati la vita al 35enne. Gli scontri erano avvenuti verso le 19 all'angolo tra via Novara e via Fratelli Zoia, dove un centinaio di supporters nerazzurri - accompagnati dai gemellati di Varese e Nizza - avevano teso un agguato ai partenopei arrivati a San Siro senza scorta e a bordo di alcuni minivan

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ne era nato un violento corpo a corpo - un 43enne napoletano era stato accoltellato - e durante la fuga Belardinelli, capo ultrà della curva del Varese, era stato investito dal suv, il cui conducente si è poi allontanato. Non è escluso, ha spiegato sempre Cardona, che l'autista non si sia accorto di nulla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento