Cronaca

Trafficante di profughi scovato a Milano durante un controllo casuale

L'uomo nel 2015 aveva organizzato il trasporto in Italia di 17 persone dall'Ungheria: era ricercato dai giudici sloveni

Repertorio

Trafficava esseri umani ed era destinatario di un mandato di cattura europeo: è stato trovato a Milano, dove risiede, durante un controllo totalmente casuale in strada, in via Preneste (San Siro), operato nel tardo pomeriggio di Pasquetta da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Affori.

L'uomo, un pakistano di 49 anni, è stato fermato intorno alle sei di pomeriggio e gli sono stati chiesti i documenti. La procedura "normale" in questi casi. E' risultato avere precedenti per guida in stato d'ebbrezza e maltrattamenti in famiglia. Regolare in Italia, aveva però anche il mandato di cattura, emesso da un tribunale sloveno a gennaio del 2018.

I fatti risalgono al 2015, quando insieme ad alcuni complici (di cui due identificati) aveva organizzato una "tratta" di connazionali e di afgani dall'Ungheria all'Italia, passando appunto per la Slovenia. Senonché al confine tra la Slovenia e l'Italia era stato bloccato. Da lì era iniziato il procedimento a suo carico, parallelo a uno simile da parte delle forze dell'ordine italiane.

Secondo quanto risulta, in quell'occasione stava cercando di portare in Italia ben 17 persone, tra pakistani e afgani, a cui aveva chiesto 7 mila dollari a testa per il viaggio. A conti fatti, quindi, circa 120 mila dollari in totale. L'uomo, Ajaz M., è stato portato a San Vittore in attesa della procedura d'estradizione. In Slovenia rischia fino a cinque anni di carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trafficante di profughi scovato a Milano durante un controllo casuale

MilanoToday è in caricamento