Mobbing, dirigenti di A2A a processo per maltrattamenti

Il gup rinvia a giudizio tre dipendenti di A2A per maltrattamenti: il gruppo avrebbe vessato per 10 anni con pratiche di mobbing un ingegnere informatico, ora 64enne

Il giudice per le udienze preliminari ha rinviato a giudizio un dirigente e due responsabili di A2A (all’epoca dei fatti Aem): i tre sono accusati di maltrattamenti e di mobbing nei confronti di un ingegnere informatico.

Per 10 anni gli imputati avrebbero vessato e umiliato il lavoratore mettendolo a lavorare da solo in una stanza-sgabuzzino a ridosso della mensa aziendale, senza internet prima e senza supporti tecnici poi. Il processo comincerà il 17 febbraio.

L’ingegnere, vittima dei soprusi, si è costituito parte civile.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento