rotate-mobile
Cronaca

38enne milanese ubriaco e molesto fa bloccare treno: salgono i carabinieri

L'uomo ha pesantemente minacciato e insultato il capotreno

Ubriaco e molesto, un uomo ha costretto un capotreno a interrompere la corsa di un convoglio e a richiedere l'intervento dei carabinieri. Il fatto è avvenuto verso le 20 di lunedì, sul treno Taranto-Milano. Secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine, l'uomo, 38enne milanese zeppo di precedenti, accasciato sul sedile in stato di pesante ebbrezza alcolica, ha iniziato a inveire e ad aggredire verbalmente il capotreno. 

Quest'ultimo ha avvertito la polfer di Bologna che, dalla centrale operativa, ha inviato due pattuglie di carabinieri. Il convoglio, giunto presso la stazione ferroviaria di Parma, arresta la corsa e le pattuglie salgono a bordo per far scendere l’ubriaco. Dopo diversi minuti di trattiva il 38enne viene convinto a scendere ed il treno può ripartire verso la sua destinazione. I militari accompagnano il soggetto in caserma, dove dovrà rispondere di ubriachezza e violazione delle disposizioni relative all’emergenza epidemiologica in quanto non indossava la mascherina.

Nei prossimi giorni, inoltre, sarà denunciato per minaccia nei confronti del capotreno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

38enne milanese ubriaco e molesto fa bloccare treno: salgono i carabinieri

MilanoToday è in caricamento