Cronaca

"Mettetevi la mascherina": 63enne aggredito su un treno per Milano

Aveva chiesto a due giovani di indossarla, ma è stato colpito da un pugno

È stato aggredito durante una lite scoppiata perché a due ragazzi era stato chiesto di mettersi la mascherina. È successo nel pomeriggio di mercoledì 21 luglio a un 63enne sul treno Lecco-Milano, che a causa dell'episodio è stato fermato nella stazione di Olgiate Molgora, dove sono potuti intervenire i soccorritori.

La vittima era intervenuta per sedare il litigio iniziato tra il controllore e i due giovani passeggeri, dopo che quest'ultimo li aveva invitati coprirsi il volto con un dispositivo di protezione, come peraltro previsto dalla legge. Ma di tutta risposta il 63enne ha ricevuto un pugno in pieno volto da uno di loro. Per fortuna le conseguenze per l'uomo non sono state gravi: il personale del 118, chiamato dal capotreno, dopo averlo medicato, l'ha accompagnato all'ospedale in codice verde

Sul posto anche i carabinieri, che hanno effettuato i rilievi utili a ricostruire l'accaduto e sentito i due giovani, che sarebbero entrambi di origine straniera e, trovati senza biglietto, sono stati fatti scendere dal convoglio. Diversi i testimoni oculari dell'aggressione. Accese, poi, le proteste degli altri passeggeri per il prolungarsi dell'attesa.I treni della linea Lecco-Milano, nel frattempo, hanno subito ritardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mettetevi la mascherina": 63enne aggredito su un treno per Milano

MilanoToday è in caricamento