menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il treno vandalizzato (foto Terzi/Fb)

Il treno vandalizzato (foto Terzi/Fb)

Milano, non è durato neanche dieci giorni: imbrattato il nuovo treno Donizetti di Trenord

L'assessore ai trasporti Terzi: "Per ripulire i treni spendiamo 1,5 milioni di euro all'anno"

Non è in servizio da neanche dieci giorni ma il nuovo treno Donizetti di Trenord è già stato vandalizzato da alcuni writer. È successo nelle scorse ore mentre il convoglio — in servizio sulla linea Milano-Gallarate-Luino — si trovava fermo proprio nel capolinea sul Lago Maggiore.

"Una vergogna — ha commentato l'assessore ai trasporti della Regione Claudia Maria Terzi —. Nel 2019 Trenord è stata costretta a spendere 1,5 milioni di euro per rimuovere i graffiti. Sono i costi dell'inciviltà".

Un fatto analogo era accaduto a maggio a un Caravaggio, uno dei nuovi convogli Trenord entrati in servizio il 21 dicembre del 2019

Come è fatto il Donizetti

"Treno Made in Italy prodotto nello stabilimento di Alstom a Savigliano, Donizetti presenta colori di tonalità brillanti verde e blu su sfondo bianco. Convoglio monopiano a media capacità – oltre 250 i posti a sedere complessivi per la composizione a 4 carrozze – Donizetti è strutturato in un ambiente unico, senza porte né settori divisori. Ampi corridoi e porte con pedane a raso rendono le carrozze totalmente accessibili ai viaggiatori con mobilità ridotta", la descrizione fornita dall'azienda.

"Il confort del viaggio è garantito da livelli di rumore e vibrazione ridotti al minimo; le temperature nelle carrozze si autoregolano grazie a un impianto di condizionamento potenziato. L’illuminazione è ottimizzata grazie a grandi finestrini, che consentono un maggior ingresso di luce naturale". E ancora: "A disposizione dei passeggeri sono sedute ampie, dotate di prese elettriche e Usb per la ricarica dei dispositivi mobili. Il treno offre un servizio di informazione e intrattenimento audio video – grazie a numerosi display Lcd – ed è predisposto per la rete Wi-Fi. La sicurezza dei passeggeri è garantita da un sistema di telecamere digitali di videosorveglianza. Le carrozze sono dotate di aree polifunzionali per il deposito di passeggini e biciclette con possibilità di ricarica per le bici elettriche. "

"Oltre a consentire un viaggio confortevole, Donizetti è un treno sostenibile: è riciclabile per il 97%, e consuma il 30% di energia in meno rispetto alla precedente generazione di convogli - assicura Trenord -. I sistemi di condizionamento dell’aria e di ventilazione sono regolati in funzione del numero dei passeggeri a bordo. La chiusura delle porte è programmata in modo da evitare la dispersione termica. L’illuminazione a led del convoglio si regola automaticamente sulla base della luce esterna".

I nuovi treni lombardi

Il Donizetti è il primo di 41 convogli media capacità acquistati per Trenord da Fnm e Ferrovienord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi garantito da Regione Lombardia.

Complessivamente sono 176 i nuovi convogli – a 41 Donizetti si aggiungeranno 105 Caravaggio e 30 convogli diesel Colleoni – che entreranno in servizio nei prossimi tre anni, consentendo progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio ferroviario lombardo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento