L'incubo del treno dopo la strage di Pioltello: "I pendolari non tornano al lavoro"

Una quarantina di pendolari sono assistiti dagli psicologi specializzati

L'incidente di Pioltello (foto Vvf)

Il treno impazzito che corre lungo i binari e poi si ribalta sui binari. Scene di lamiere contorte e persone ferite. Ci sono alcuni pendolari che il 25 gennaio erano a bordo del treno deragliato a Pioltello che non riescono a pensare a un treno senza sentire un nodo alla gola, altri che appena chiudono gli occhi continuano a vedere quell’incidente che ha spezzato la vita di tre donne. Persone ferite nell'anima. E di loro — come riportato in un articolo di Pietro Tosca sul Corriere della Sera — si sta prendendo cura il gruppo di psicoterapeute e psicologhe che aderisce alla Sipem Sos Lombardia, la Società italiana psicologia dell’emergenza.

Video: il treno e le scintille prima del disastro

Per superare il trauma i superstiti del disastro ferroviario si trovano all'interno della sede della croce rossa di Treviglio, sono quasi tutti pendolari della Bassa bergamasca e del cremasco, alcuni di loro hanno riportato anche ferite fisiche nell'incidente, altri erano proprio nella carrozza dove ci sono state le vittime. Psicologi e psicoterapeuti hanno in cura 37 persone, 22 donne e 15 uomini, alcuni di loro sono stati "dimessi", ma per altre persone il lavoro da fare sarà ancora lungo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parecchi di loro non sono ancora riusciti a tornare sui posti di lavoro: "Una ragazza — ha spiegato un'analista al Corriere — è scoppiata in lacrime durante il colloquio perché non riesce a ricordare cosa le dicono i colleghi e spesso non rammenta neanche cosa ha detto lei a loro. Un altro ci ha spiegato che alla sola idea di recarsi in stazione sta male. Molti hanno incubi. Tutti sono terrorizzati dalla velocità del treno. Hanno questo ricordo del giorno dell’incidente che li blocca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un pullman di linea: turista milanese muore sul Lago Maggiore

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Milano, "blitz" del maltempo: attesi temporali forti, scatta l'allerta della protezione civile

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Milano, ragazza molestata fuori dall'ospedale: un 23enne arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento