Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Treno rotto, tra i pendolari 'sequestrati' anche la consigliera leghista: "Siamo stufi"

È successo nella serata di martedì sul treno 10658 partito dalla stazione di Pioltello

Il treno rotto in stazione a Corbetta (foto Fb)

Il copione è sempre lo stesso: il treno che si ferma sui binari a causa di un guasto, l'aria condizionata che funziona a singhiozzo, le carrozze che diventano bollenti e i passeggeri "sequestrati" nelle carrozze. È successo anche nella serata di martedì 19 giugno, protagonista del fatto il treno 10658 partito dalla stazione di Pioltello e diretto a Novara.

Il convoglio si è fermato nella stazione di Corbetta (dove era arrivato alle 19:01, con 12 minuti di ritardo) "a causa di un guasto agli impianti", ha precisato l'ufficio stampa di Trenord. Il personale a bordo ha tentato di farlo ripartire ma è stato tutto inutile. Risultato? I pendolari, sono rimasti bloccati a bordo del treno per oltre 15 minuti — lasso temporale che è apparso interminabile anche perché non funzionava la climatizzazione; “il tempo necessario per cercare di far ripartire il convoglio”, spiegano dall’azienda. Ma non è servito a nulla e i viaggiatori sono stati trasferiti sul 10660, arrivato nella stazione di Corbetta alle 19.40 (con un ritardo di 20 minuti). Poi ci sono stati ritardi a cascata su tutta la linea: fino a 20 minuti per la direttrice, mentre sono stati cancellati cinque treni regionali e uno è stato limitato nel percorso. La circolazione, infine, è tornata alla regolarità intorno alle 21.

Le reazioni dei pendolari

Esasperati i pendolari: "Sono a 5 minuti da casa ma non posso andarmene, altrimenti noi pendolari ci prendiamo anche la multa — ha tuonato in un post su Facebook Stefania Bonfiglio, consigliere comunale di Magenta in forza alla Lega —. Ci hanno aperto le porte dopo che persone che si sentivano male hanno giustamente protestato (porte chiuse, non c'era aria condizionata, ma calda). E non si sa quanto staremo qui. E paghiamo l'abbonamento. Senza uno straccio di bonus. Siamo lavoratori, e siamo stufi". Non solo, la politica locale — sempre su Facebook — ha chiesto l'aiuto dei consiglieri regionali Luca Del Gobbo, GianMarco Senna, Silvia Scurati e Curzio Trezzani.

Non è la sola a lamentarsi: il gruppo Facebook Comitato pendolari Linea S6 MI - NO è stato letteralmente preso d'assalto: "Ogni sera, due ore per fare da Rho-Fiera a Magenta", scrive Federica. "È da ieri che lo scrivo denunciateli alle autorità", le fa eco Pietro. E non è l’unico guasto su quei binari: un fatto simile accadde il 9 maggio quando il treno 10621 rimase bloccato per un’ora e mezza tra le stazioni di Pregnana e Rho a causa di un guasto. In quel caso furono segnalati all’autorità giudiziaria i 10 pendolari che scesero dal treno e camminarono lungo i binari fino alla stazione di Rho. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treno rotto, tra i pendolari 'sequestrati' anche la consigliera leghista: "Siamo stufi"

MilanoToday è in caricamento