Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Affori / Via Vincenzo Caldesi

Polemica sui vecchi treni in Lombardia. Trenord: "Nessuno spostamento"

Al deposito delle locomotive di Cremona sono arrivati lunedì 1 settembre alcuni treni diesel ed è sorta subito una polemica. Ecco la risposta dell'azienda

Un treno della serie "incriminata"

Lunedì 1 settembre al deposito locomotive di Cremona sarebbero arrivati 12 treni diesel degli anni Settanta di serie 1200 fermi da anni. Questo è quanto è stato comunicato sia dal consigliere regionale del M5S, Dario Violi, sia da Dario Balotta di Legambiente.

Balotta, nella sua comunicazione, aveva aggiunto che questi "nuovi" treni sarebbero serviti per coprire le tratte lasciate scoperte dal trasferimento dei treni elettrici dalle linee del Cremonese, della Bergamasca e del Bresciano su quelle per Milano in vista di Expo.

Il consigliere del M5S, invece, è il firmatario di una interrogazione rivolta all'assessore alle infrastrutture e mobilità, Alberto Cavalli, nella quale si chiede se tra i 62 nuovi treni promessi da Maroni per Expo compaiano anche questi dodici "d'annata". «Saranno questi treni - conclude l'interrogazione Dario Voli - il biglietto da visita della Lombardia per Expo?».

Ma Trenord smentisce categoricamente queste ricostruzioni. «Sì, sono stati portati al deposito di Cremona alcuni convogli diesel, ma non sono degli anni Settanta - rispondono da Trenord a MilanoToday - e non andranno a sostituire i treni elettrici, perchè nessun treno verrà spostato».

I treni diesel arrivati nel deposito - secondo la versione di Trenord - sono degli anni Ottanta e andranno a sostituire i treni diesel più vecchi che sono adesso utilizzati nelle linee Brescia-Cremona, Brescia-Parma e Cremona-Treviglio. Inoltre, viene precisato da Trenord, i nuovi convogli saranno più capienti in quanto avranno un maggior numero di carrozze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica sui vecchi treni in Lombardia. Trenord: "Nessuno spostamento"

MilanoToday è in caricamento