menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa confiscata alle mafie "occupata abusivamente"

E' la denuncia del commissario di Trezzano sul Naviglio, che aggiunge: "C'era il benestare di uno degli assessori poi arrestati". Sel: "Gravissimo"

Il commissario straordinario di Trezzano sul Naviglio, Giuseppa Scaduto, ha presentato ai cittadini l'avanzamento del nuovo Pgt (Piano di governo del territorio), dopo la revoca di quello vecchio, a seguito delle indagini su due ormai ex assessori del Pdl e sull'ormai ex capo dei vigili. E ha anticipato le linee guida del nuovo piano, che recepirà le osservazioni dei cittadini e degli enti come Parco Sud, provincia e regione.

Ma a scatenare la polemica di Elena Felisatti (esponente di Sel e candidata alle primarie del sindaco per il centrosinistra) è una comunicazione che il commissario ha fatto in apertura dell'incontro pubblico, quando ha parlato di un immobile sequestrato alla mafia occupato abusivamente da un cittadino: "Col permesso - aggiunge la Felisatti riportando le parole della Scaduto - di uno degli assessori arrestati nell'inchiesta di maggio".

Durissima la Felisatti: "E' incredibile constatare l'uso personalistico dell'incarico istituzionale e del patrimonio pubblico, considerato proprietà personale da gestire al di fuori di ogni regola". La candidata alle primarie conclude augurandosi che i beni confiscati alla mafia a Trezzano vengano assegnati il prima possibile, ad esempio "facendone una casa protetta per donne vittime della violenza domestica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento