menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affittopoli 2, aperta inchiesta per truffa e abuso d'ufficio

Aperto un fascicolo dalla procura di Milano con due ipotesi di reato: truffa aggravata e abuso d'ufficio ai danni di enti pubblici. Parallelamente, aperto un fasciolo della procura della Corte dei conti

Si stanno muovendo parallelamente, in "completa simbiosi istituzionale" - è stato detto -, la procura di Milano e quella della Corte dei conti. Da entrambe, infatti, è stato aperto un fascicolo "Affittopoli" sul caso degli affitti a tariffe "inspiegabilmente" agevolate a personaggi noti nei patrimoni immobiliari del Pio Albergo Trivulzio (uno dei più famosi ospizi milanesi), Policlinico, Radaelli e Aler.

DI PIETRO - Le ipotesi di reato sono di abuso d'ufficio e truffa aggravata ai danni di enti pubblici. Per la procura milanese se ne stanno occupando il procuratore aggiunto Alfredo Robledo e il pm Maurizio Romanelli. Negli scorsi giorni i vertici del CdA del Pat erano stati quasi nella totalità azzerati, con la nomina del commissario straordinario Emilio Triaca. In mattinata, tra le altre cose, al presidio Idv davanti al Pat, si è presentato anche il leader del partito Antonio Di Pietro che ribadito come ci voglia "massima trasparenza in tutti gli enti pubblici, non solo per gli affitti e compravendite ma anche per la gestione degli appalti".

REFERENDUM CONTRO BERLUSCONI - L'ex magistrato, inoltre, si è scagliato contro il governo, "reo di anteporre le proprie questioni personali a quelle dei cittadini". "Chiediamo - prosegue Di Pietro - che il referendum sul legittimo impedimento promosso dall’Idv si trasformi in un voto per dire in modo chiaro se la gente sta ancora dalla parte di Berlusconi oppure no".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento