Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Giacomo Sartori è stato trovato morto

Il ragazzo è stato trovato nel Pavese, probabilmente si tratta di un suicidio

Giacomo Sartori è stato trovato morto. Il tecnico informatico 30enne era scomparso nella notte tra venerdì 17 e sabato 18 settembre a Milano. Il cadavere è stato rinvenuto a Casorate Primo (Pavia), vicino al luogo dove si trovava anche l'auto aziendale che usava, nei pressi di via Cascina Caiello. I carabinieri avevano ritrovato l'utilitaria usata dal giovane, originario della provincia di Belluno, nel pomeriggio di mercoledì. La vettura, una Volkswagen Polo grigio scuro (targa GF905VY), era regolarmente chiusa.

Trovata auto Gianluca Sartori (2)-2

Per agevolare le ricerche e concentrare le segnalazioni era stata creata anche una pagina Facebook: Missing Giacomo Sartori. I contorni della vicenda non erano nitidi perché Giacomo, secondo quello che era trapelato non aveva alcun motivo per sparire nel nulla. Il 30enne era stato visto per l'ultima volta intorno alle 23:30 in un locale di viale Vittorio Veneto a Milano. Si trovava insieme ad alcuni amici per passare la serata e mezz'ora prima della mezzanotte si era congedato. Sartori era un po' scosso perché poco prima qualcuno gli aveva rubato il suo zaino al cui interno c'erano il portafoglio, i documenti e il pc di lavoro. Forse per questo motivo potrebbe aver avuto un crollo emotivo, ma non è chiaro.

I primi a notare la scomparsa erano stati alcuni clienti dell'azienda per cui lavora: sabato 18 settembre non lo avevano visto arrivare agli appuntamenti che aveva fissato la società, una software house di Assago. Proprio la ditta aveva chiamato la famiglia che nella giornata di lunedì ha presentato una denuncia di scomparsa ai carabinieri di Belluno. Anche il coinquilino, con cui viveva in un appartamento in zona Solari, aveva detto di averlo visto l’ultima volta venerdì mattina, prima di uscire per andare a lavoro e non rincasare la sera.

Come è morto Giacomo Sartori?

Ci sono pochi dettagli sulla morte di Giacomo Sartori. I carabinieri del comando provinciale di Milano hanno comunicato intorno al mezzogiorno di venerdì di aver ritrovato il corpo senza vita del 30enne nelle ore del mattino. I militari hanno riferito che il cadavere si trovava nel bosco a circa 200 metri dal punto dove era parcheggiata l'auto. Si tratta "verosimilmente di un gesto autolesivo", secondo gli investigatori. Il suicidio era l'ipotesi che aveva preso piede con più forza fin dalle prime ore anche se con il passare delle ore si stava indagando a 360 gradi. 

Resta da stabilire anche il momento in cui è morto il giovane bellunese, le telecamere dei comuni di Motta Visconti (Milano) e Casorate Primo (Pavia) sono in queste ore passate al vaglio dagli uomini del Nucleo investigativo. A quanto pare l'ultima cella telefonica che ha agganciato il cellulare di Giacomo Sartori era proprio quella di Motta, intorno alle 7 di sabato. Segno che in quel momento il ragazzo era ancora in vita. Per capire in fondo si dovrà aspettare il parere del medico legale.

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 02 2327 2327 (servizio attivo tutti i giorni dalle 10 alle 24) oppure puoi metterti in contatto con loro attraverso la chat di Whatsapp al numero 345 036 1628 (servizio attivo tutti i giorni dalle 18 alle 21). Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero 06 77208977 (costi da piani tariffari del tuo operatore), un servizio attivo tutti i giorni dalle 13 alle 22.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giacomo Sartori è stato trovato morto

MilanoToday è in caricamento