rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Montenapoleone / Via Senato

Striscia: ecco il trucco per non pagare Area C (e parcheggiare gratis)

Basta un cambio di residenza. L'escamotage riesce perché il messo non controlla.

Striscia la Notizia si è occupata dei "furbetti" di Area C e sosta per residenti. Valerio Staffelli, in particolare, ha realizzato un servizio andato in onda nella puntata dell'8 aprile per spiegare un "trucchetto" per aggirare il ticket di 5 euro per entrare in auto in centro e - già che uno c'è - per non pagare il parcheggio. Come?

Semplice: cambiando la residenza. Uno dice: ma devi abitare realmente in centro. Devi avere un appartamento a disposizione. E invece - stando al servizio - non è necessario. Tutto sulla fiducia.

"Merito" del fatto che nessuno controlla. Un'attrice di Striscia si è recata nell'ufficio anagrafe del comune di Milano e ha dichiarato di vivere in via Senato 14. Dove, per la cronaca, non ci sono appartamenti: soltanto alcuni uffici e la Biblioteca di Via Senato di Marcello Dell'Utri. "Come si fa per il messo comunale?", ha chiesto l'attrice all'addetta, per capire chi e quando sarebbe venuto a controllare l'effettiva residenza.

"Non esce", è stata la laconica risposta. E il cambio di residenza? Immediato. Un click al computer ed è fatta. Subito dopo l'attrice si è recata a chiedere il pass per residenti, per parcheggiare l'auto gratuitamente sulle strisce gialle. Con la ricevuta della richiesta di cambio di residenza le è stato immediatamente consegnato un pass provvisorio da esporre sul cruscotto (come quando si cambia l'auto: stessa procedura).

Da quel momento, l'attrice di Striscia può parcheggiare gratis nelle strisce gialle del centro di Milano e può anche usufruire dei 40 ingressi gratuiti all'anno ad Area C che il comune concede, come bonus, ai residenti: esauriti i 40 ingressi, pagherà 2 euro anziché 5 euro.

Molto facile, troppo facile: certo, è pur vero che non saranno in tanti a mettere in pratica il trucco. Anche perché cambiare la residenza significa cambiare la patente e cambiare la tessera elettorale. Che dire poi delle tasse e delle tariffe comunali? Insomma, il gioco non vale la candela per molte persone. Ma se si fanno un po' di conti, a chi usa l'auto tutti i giorni per recarsi in centro farebbe risparmiare un sacco di soldi. Naturalmente non è una procedura regolare. Ma - se Striscia se n'è occupata - c'è da giurare che qualcuno l'ha già messa in atto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Striscia: ecco il trucco per non pagare Area C (e parcheggiare gratis)

MilanoToday è in caricamento