Cronaca Porta Nuova / Corso di Porta Nuova

Gioiellieri statunitensi truffati a Milano: ripagati da un cliente con 360mila euro false

Il contatto tra le parti era arrivato grazie al sito internet della gioielleria. La storia

Truffa da 360mila euro a Milano: ancora il rip deal (come sabato scorso). A cadere nella trappola, stavolta, sono stati padre e figlio dell'Arizona (Usa). I due, titolari di una gioielleria negli States, hanno abboccato all'offerta di un acquirente che ha 'comprato' da loro orologi e preziosi per 360mila euro con banconote false.

L'adescamento online

Il contatto tra le parti era arrivato grazie al sito internet della gioielleria. E' lì che il truffatore, già due anni fa, si era dimostrato interessato a comprare della merce. Nei giorni scorsi, la lunga trattativa - che secondo quanto ricostruito dalla questura di Milano era andata avanti un po' a singhiozzo - era finalmente arrivata a termine.

Per questa ragione, nel fine settimana, i gioiellieri sono sbarcati a Milano, convinti della bontà dell'affare. Il primo incontro con il truffatore, durante il quale l'uomo si era presentato con un complice, è avvenuto domenica in un locale di largo Fra Paolo Bellintani, zona Porta Venezia. Ai due statunitensi erano state mostrate le banconote - probabilmente vere - poi conteggiate con tanto di macchinetta automatica.

Le banconote false e la truffa

Ma al momento dello scambio, evidentemente, i truffatori sono stati in grado di sostituire la carta moneta con facsimili del tutto fedeli. Tanto che una volta tornati preso il loro momentaneo domicilio milanese, Palazzo Parigi in corso di Porta Nuova, le due vittime hanno conservato gran parte del denaro e preso una parte di banconote con l'idea di fare shopping.

Una volta dentro l'Apple Store, quando stavano per pagare, hanno capito che il denaro era falso. Ed hanno subito denunciato tutto alla polizia, che adesso indaga, a partire da quel primo contatto telematico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioiellieri statunitensi truffati a Milano: ripagati da un cliente con 360mila euro false

MilanoToday è in caricamento