rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca

La maxi truffa da 5 milioni di euro col reddito di cittadinanza: denunciati in 500

Il maxi raggiro scoperto dalla finanza di Varese. Così funzionava la truffa

Dati falsi, soldi veri. La guardia di finanza di Varese ha denunciato più di 500 persone che tra il 2019 e il 2023 hanno percepito il reddito di cittadinanza senza avere i requisiti previsti dalla legge. "L’operazione di polizia economico finanziaria è stata avviata sulla scorta di una raffinata analisi di rischio, in linea con la missione istituzionale di controllo della corretta erogazione della spesa pubblica, sui soggetti extracomunitari residenti nella provincia percettori del sussidio", si legge in una nota della Gdf varesotto. 

Le persone poi indagate avevano "autocertificato il possesso dei requisiti per accedere al sussidio", ma in realtà "erano privi del permesso di soggiorno di lungo periodo oppure risultavano essere sul territorio italiano per un periodo inferiore a 10 anni, elementi necessari per poter richiedere l’accesso al reddito di cittadinanza". 

In un primo momento sono stati denunciati in 346, poi - dopo dei controlli specifici soltanto sulla permanenza in Italia da almeno 10 anni - all'elenco degli indagati si sono aggiunti altri 300 nomi, alcuni dei quali sono già stati rinviati a giudizio. I soldi indebitamente intascati sono quasi 3 milioni di euro e i finanzieri "hanno segnalato le irregolarità emerse anche all'Inps che ha così bloccato l’erogazione di circa 2 milioni di euro ed ha avviato le procedure per la restituzione delle somme indebitamente percepite". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maxi truffa da 5 milioni di euro col reddito di cittadinanza: denunciati in 500

MilanoToday è in caricamento