Cronaca Piazza Firenze

Il "finto figlio" che ruba 18mila euro in contanti al padre

Anziano truffato a Milano da un uomo che si è finto suo figlio

Lo ha tenuto al telefono per un'ora, per essere certo che non potesse chiamare nessun altro e per essere sicuro che il colpo andasse a segno. E infatti, purtroppo, così è stato. Raggiro riuscito giovedì mattina a Milano, dove un anziano di 96 anni è stato derubato di 18mila euro in contanti da due uomini che per ora sono riusciti a far perdere le proprie tracce. 

Il blitz è iniziato in mattinata, quando uno dei malviventi ha contattato il 96enne al telefono fingendosi suo figlio. Come da copione classico, il truffatore ha spiegato alla vittima di avere bisogno di soldi perché era rimasto coinvolto in un incidente stradale nel quale era rimasta ferita una donna incinta. 

Sempre al telefono, senza mai permettergli di chiudere, uno dei due uomini ha poi chiesto all'anziano di raccogliere tutti i contanti presenti in casa e di metterli in un sacchetto da consegnare a un suo amico che l'avrebbe raggiunto sotto casa, un'abitazione in zona piazza Firenze. E all'appuntamento, effettivamente, si è presentato un ragazzo - con mascherina anti covid e cappello indossati - che ha raccolto il bottino ed è sparito. 

Il pensionato si è reso conto di essere stato truffato soltanto nel pomeriggio, quando ha sentito suo figlio e ha capito che era stato vittima di un raggiro. Sul colpo indagano i carabinieri, che stanno cercando di trovare tracce utili per identificare il "telefonista" e il secondo uomo che ha materialmente preso i soldi. 

Sono stati gli stessi militari di via della Moscova a voler lanciare un appello per chiedere a tutti gli anziani di denunciare sempre e, soprattutto, di non fidarsi mai di presunti parenti che al telefono chiedono soldi per incidenti o per motivi legali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "finto figlio" che ruba 18mila euro in contanti al padre

MilanoToday è in caricamento