rotate-mobile
Cronaca

Si fingevano avvocati e promettevano class action in cambio di 10mila euro

La truffa individuata dalla guardia di finanza a partire dalla denuncia di un cittadino. Nei guai tre milanesi

Si spacciavano per avvocati esperti nei diritti del consumatore e nel recupero crediti attraverso le class action, e promettevano ai loro aspiranti clienti di far loro ottenere elevati indennizzi. Chiedevano un anticipo di circa 10mila euro per generiche spese da affrontare e poi "sparivano", lasciando i truffati senza nulla in mano.

I tre sono stati ora denunciati per truffa e sostituzione di persona alla procura di Savona, che indaga in seguito alla querela presentata da un privato cittadino ingannato dal sodalizio. Le indagini sono state materialmente condotte dalla guardia di finanza di Albenga. Il principale denunciato è infatti un milanese (pluripregiudicato) di circa 50 anni, attivo però anche in riviera.

Secondo quanto viene riferito, lui e i due complici si spacciavano per avvocati di uno studio milanese, e via telefono o internet convincevano le loro vittime di essere professionisti esperti in class action. Grazie alle loro abilità oratorie, riuscivano a carpire la fiducia delle vittime e, promettendo loro indennizzi cospicui, anche di varie decine di migliaia di euro, si facevano accreditare circa 10mila euro su un conto corrente acceso presso una filiale bancaria di Milano, a titolo di anticipo per non meglio precisate "spese e commissioni". L'indennizzo, però, non arrivava.

A partire dalla querela presentata da un privato, truffato con questo sistema, la finanza ha indagato analizzando i documenti e compiendo accertamenti bancari, fino ad arrivare ai tre individui ora denunciati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingevano avvocati e promettevano class action in cambio di 10mila euro

MilanoToday è in caricamento