rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Casoretto / Via Andrea Costa

Bottiglie al posto degli smartphone: truffa da 60 mila euro ad un commerciante di cellulari

L'uomo, un quarantottenne di origine marocchina ma di cittadinanza italiana, ha denunciato alla polizia di aver ricevuto undici grossi pacchi pieni di bottigliette d'acqua, al posto dei cellulari che aveva ordinato

Maxi truffa da 60 mila euro contro un commerciante all'ingrosso di telefoni cellulari a Milano. L'uomo, un quarantottenne di origine marocchina ma di cittadinanza italiana, ha denunciato alla polizia di aver ricevuto undici grossi pacchi pieni di bottigliette d'acqua, al posto dei cellulari che aveva ordinato. A notare l'imbroglio è stata un'impiegata. Dopo aver ricevuto il pacco dal corriere, la donna ha scoperto l'anomalia.

Immediatamente è stata avvertita la questura che sul posto ha inviato una volante. Gli agenti hanno aperto tutte le scatole ancora chiuse, notando che in tutte c'erano solo bottigliette d'acqua.

L'uomo ha raccontato di aver fatto l'ordinazione online il primo febbraio. Le prime verifiche della polizia hanno consentito di ricostruire in parte il 'percorso' degli smartphone che prima di arrivare dal commerciante sono passati sotto le mani di tre diverse aziende, tra imballaggi e trasporto. S'indaga, per ora, contro ignoti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bottiglie al posto degli smartphone: truffa da 60 mila euro ad un commerciante di cellulari

MilanoToday è in caricamento