Truffa dello champagne al campo rom: 27enne raggirato come Lele Mora a Milano

Una donna ha cominciato a gridare: "Polizia, arriva la polizia". Truffa da 10mila eruo

Repertorio

Gli avevano promesso bottiglie di champagne si è ritrovato senza soldi e con un mucchio di casse vuote. Un cittadino cinese di 27 anni è rimasto vittima di una truffa all'interno del campo rom di via Chiesa Rossa. Un episodio che ricorda molto da vicino il raggiro subito dal noto Lele Mora nello stesso accampamento nomade. La dinamica è la stessa, stando a quanto ricostruito dalla polizia che ha sentito il cittadino asiatico subito dopo i fatti.

La truffa al grido di "Polizia, arriva la polizia"

Dopo una lunga trattativa il 27enne aveva raggiunto un accordo con i presunti venditori: 10mila euro in cambio di una determinata partita di bottiglie di champagne. Il giovane, che gestisce un locale a Milano, si è presentato con un amico all'appuntamento nel campo. Mentre si trovava lì, intorno alle 12 di mercoledì, è scattata la trappola.

Prima una donna ha cominciato a gridare: "Polizia, arriva la polizia", creando molta confusione. Nel marasma, un'altra persona ha strappato al cinese il borsello con i soldi in contanti. Finché non li hanno lasciati soli, lui e il suo amico. Solo a quel punto, il giovane ha chiamato la polizia, quella vera, ma i suoi truffatori avevano già fatto perdere le loro traccie.

La truffa ai danni di Lele Mora

Lele Mora picchiato e rapinato nel campo rom di via Chiesa Rossa, a Milano, mentre era lì insieme ad un pregiudicato - per rapina, porto d'armi, ricettazione e spaccio - con 40mila euro in contanti per comprare una partita di champagne di lusso: Dom Perignon e Cristal.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la rapina Lele Mora non ha denunciato per paure di ritorsioni ma visto che quei 40mila euro non erano suoi ha subito minacce da parte del suo creditore, poi indagato per estorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Bollettino coronavirus: 5mila contagi in Lombardia, boom di ricoveri. Ecco la situazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento