Cronaca Cenisio Monumentale / Via Lodovico Castelvetro

Maxi truffa a Milano: vende un diamante per 150mila euro, ma i soldi sono un "Fac-simile"

La vittima del raggiro si è accorta che i soldi erano falsi soltanto ad affare concluso

È venuto dalla Cina soltanto per concludere l'affare. Al quarto incontro, convinto ormai di aver conosciuto gli acquirenti, ha deciso di effettuare lo scambio. E alla fine è stato raggirato. 

Maxi truffa a Milano, dove due uomini - al momento ancora ignoti - sono riusciti a truffare un venditore di diamanti pagandogli un brillante dal valore di circa 160mila con soldi falsi. 

Stando a quanto finora accertato dalla polizia, il venditore e i truffatori si sono conosciuti su Instagram, dove la vittima - un cittadino colombiano di ventisei anni, residente a Honk Kong - aveva messo un annuncio per la vendita del gioiello. Il 15 novembre, scorso, il ragazzo è arrivato a Milano proprio dalla Cina e il 20 novembre ha avuto il primo incontro con i due acquirenti, che lui stesso ha descritto come due uomini di etnia rom.

Il 23 e il 27, i tre si sono incontrati di nuovo e il 30 novembre - in un negozio in zona cimitero Monumentale - il ventiseienne ha venduto il diamante ed è andato via con uno zaino pieno di soldi - 150mila euro in banconote da 500 - che gli stessi impostori gli avevano mostrato. Una volta in taxi, però, il venditore si è accorto che su quei soldi - a caratteri cubitali - c'era scritto "Fac-simile".

Il ventiseienne, disperato, è tornato nel locale dove era avvenuto lo scambio, ma - naturalmente - non ha trovato i due ai quali aveva venduto il gioiello. A quel punto, il ragazzo - la cui famiglia è titolare di un'azienda che tratta preziosi - ha denunciato la truffa alla polizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi truffa a Milano: vende un diamante per 150mila euro, ma i soldi sono un "Fac-simile"

MilanoToday è in caricamento