menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa alla Regione sui farmaci: gruppo San Donato restituisce 10 milioni di euro

L'indagine è stata messa a segno dai militari della guardia di finanza insieme alla procura

Otto colossi farmaceutici denunciati, due persone legate al gruppo ospedaliero San Donato agli arresti domiciliari e un tesoretto da 10 milioni di euro ritornato nelle casse di Regione Lombardia. Sono i risultati di un'indagine per truffa aggravata alla Regione messa a segno dalla procura di Milano insieme alla finanza.

Secondo quanto accertato dall'inchiesta le case farmaceutiche avrebbero venduto a nove ospedali lombardi del Gruppo San Donato farmaci ad un prezzo (secondo quanto emerso anche più alto di quello di mercato) che poi il gruppo si sarebbe fatto legittimamente rimborsare dalla Regione. La truffa, secondo gli investigatori, sarebbe scattata perché il Gruppo San Donato avrebbe taciuto alla Regione il fatto che le case farmaceutiche avessero emesso a posteriori delle note di credito attraverso le quali riconoscevano uno sconto. Praticamente Regione (e quindi i contribuenti) avrebbero pagato i farmaci a prezzo pieno nonostante fosse previsto uno sconto.

In manette sono finiti il capo ufficio acquisti e un consulente del gruppo ospedaliero. L'inchiesta "il 3 dicembre in gran segreto ha anche spinto il Gruppo San Donato a precipitarsi a restituire alla regione ben 10 milioni di euro". Nell'inchiesta sono state denunciati anche otto case farmaceutiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento