menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Farmaci, truffa da 10 milioni alla Regione: indagato anche l'ex ad del San Raffaele Nicola Bedin

Il manager, ora a capo di Snam, sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati

Sono undici gli indagati per una presunta truffa ai danni di Regione Lombardia: tra loro l'ex amministratore delegato del San Raffaele, Nicola Bedin, oggi presidente di Snam. La guardia di finanza di Milano sta notificando l'avviso di conclusione delle indagini per conto della procura di Milano (pm Paolo Storari). L'indagine è anche a carico di manager ed ex manager di cinque case farmaceutiche e di altro personale del gruppo San Donato (proprietario del San Raffaele).

Il gruppo ha già risarcito Regione Lombardia per 10 milioni di euro a dicembre 2019. Secondo l'accusa, si sarebbe fatto rimborsare farmaci dalla Regione Lombardia senza indicare lo sconto ottenuto per l'acquisto per i suoi nove ospedali, sconto che andava dal 2 al 20 per cento.

A dicembre erano finiti agli arresti domiciliari due degli indagati, l'ex responsabile dell'ufficio acquisti del gruppo San Donato Massimo Stefanato e il consulente Mario Cavallazzi. La truffa (quantificata nella differenza tra l'importo d'acquisto, scontato, e quello per il quale il gruppo chiedeva il rimborso dalla Regione) è nell'ordine di 10,2 milioni di euro, già risarciti. Bedin, ricevuta la notizia che la guardia di finanza stesse per recapitargli l'avviso di conclusione delle indagini, ha confermato piena fiducia nella magistratura e ha dichiarato di non essere a conoscenza di alcun illecito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento