Cronaca

Scappano dai carabinieri in auto con a bordo il figlio di 18 mesi e si schiantano

Agli arresti una giovane coppia che aveva cercato di truffare un padre e un figlio con l'espediente del presunto tamponamento

Repertorio

Per scappare dai carabinieri e sfuggire all'arresto non hanno esitato a lanciarsi ad alta velocità in auto, pur avendo a bordo il loro figio di appena diciotto mesi. La fuga è terminata con uno schianto in prossimità di un ponte pedonale. Per fortuna il piccolo è rimasto illeso. Loro invece sono stati arrestati per truffa aggravata.

I protagonisti sono un ragazzo e una ragazza di 18 e 19 anni domiciliati a Segrate, una coppia di nomadi originaria di Noto (Siracusa). I due, lunedì pomeriggio, hanno tentato la classica truffa dell'incidente ai danni di un automobilista che viaggiava con il padre anziano. La giovane coppia ha azionato numerose volte i lampeggianti al loro indirizzo, seguendoli da Cernusco sul Naviglio fino alla loro abitazine di Carugate e poi pretendendo cento euro di risarcimento per un presunto tamponamento. Mentre l'anziano dava loro trenta euro, l'altro chiamava il 112. Di fronte alla possibilità di essere scoperti, i due giovani hanno deciso di fuggire in auto. 

La fuga e lo schianto

I carabinieri di Carugate, intervenuti immediatamente, si sono lanciati all'inseguimento, terminato a Vimodrone nei pressi di un ponte pedonale contro la cui ringhiera si è schiantata l'auto della coppia. Fortunatamente illeso il loro bambino, che è stato affidato ai familiari, mentre i due sono stati arrestati per truffa in flagranza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scappano dai carabinieri in auto con a bordo il figlio di 18 mesi e si schiantano

MilanoToday è in caricamento