rotate-mobile
Cronaca

Cisl, truffa ai danni dell'Inps: sequestro di 600 mila euro

L'indagine su distacchi sindacali fittizi

Truffa all'Inps attraverso fittizi distacchi sindacali, facendosi assumere da aziende compiacenti. Ad alcune sigle sindacali della galassia Cisl di Milano sono stati sequestrati più di 600 mila euro: l'operazione è stata condotta dal nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza, su indagine del pm Paolo Storari. 

Il meccanismo sfruttato da chi ha ordito la truffa è quello previsto dallo Statuto dei Lavoratori, secondo cui i dipendenti di aziende che, per almeno sei mesi, si 'distaccano' e lavorano per il sindacato d'appartenenza (e stipendiati quindi dal sindacato), godono di contributi pensionistici figurati da parte dell'Inps, senza che né l'azienda né il sindacato li versino effettivamente.

Diversi sindacalisti (non è al momento noto il numero) si sarebbero quindi fatti assumere da aziende compiacenti, senza mai effettivamente lavorare per loro, consentendo così al sindacato d'appartenenza di beneficiare di uno sgravio contributivo. Alle indagini hanno partecipato anche alcuni funzionari dell'Inps. Il sequestro preventivo, a carico delle sigle sindacali sotto indagine, ammonta ad oltre 600 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl, truffa ai danni dell'Inps: sequestro di 600 mila euro

MilanoToday è in caricamento