rotate-mobile
Cronaca

Telecamera al petto e cellulari sulle caviglie: i 'trucchi' per prendere la patente, 4 denunciati

Quattro persone denunciate a Milano per truffa ai danni dello Stato

La telecamerina per trasmettere in diretta all'esterno. Due cellulari per conoscere la risposta giusta. Quattro uomini - un 43enne, due 40enni e un 36enne, tutti cittadini cinesi - sono stati denunciati negli ultimi 20 giorni dalla polizia con l'accusa di truffa ai danni dello Stato dopo aver cercato di prendere la patente nella motorizzazione di via Cilea con videocamere e auricolari nascosti. 

A incastrarli sono stati gli agenti del commissariato Bonola, che nelle ultime settimane hanno controllato associazioni ed enti che rilasciano attestati di superamento dell'esame di lingua italiana necessari per il rilascio del permesso di soggiorno e della patente di guida. D'intesa con la motorizzazione civile di Milano, i poliziotti di via Falck hanno analizzato le posizioni di alcuni cittadini cinesi che avevano presentato istanza da privatisti sorprendendo i quattro in flagranza. 

La telecamera nascosta all’altezza del petto - hanno accertato gli investigatori - serviva per far conoscere le domande al suggeritore all'esterno che poi forniva le risposte giuste tramite due cellulari nascosti e attaccati alle gambe dell'esaminando. A seconda dell’impulso ricevuto sul polpaccio destro o su quello sinistro, il privatista rispondeva poi vero o falso. Le indagini vanno avanti per accertare eventuali altre responsabilità e per verificare se qualcun altro abbia superato l'esame col trucco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamera al petto e cellulari sulle caviglie: i 'trucchi' per prendere la patente, 4 denunciati

MilanoToday è in caricamento