rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Cronaca San Siro / Piazzale Fratelli Zavattari

Dalla Germania a Milano per vendere carte Pokémon, gli danno 19mila euro falsi

È successo nella giornata di lunedì 29 maggio, truffato un ragazzo tedesco di 28 anni

Era arrivato a Milano da Ratisbona. Aveva fatto 7 ore di macchina per vendere in piazza Zavattari (zona San Siro) 102 carte Pokémon per 19mila euro, ma è stato truffato, perché al posto delle banconote si è trovato tra le mani solo carta straccia. È successo nella giornata di lunedì 29 maggio; protagonista del raggiro (suo malgrado) un ragazzo tedesco di 28 anni, arrivato a Milano con la moglie 27enne e il fratello 22enne.

Tutto è iniziato nei giorni scorsi quando il 28enne ha messo in vendita su eBay la sua collezione di carte, poco dopo è stato contattato da un acquirente che si è dimostrato interessato. L'intesa è stata raggiunta in breve tempo: 19mila euro, ma scambio a mano in un bar di piazza Zavattari. Per questo il venditore è sceso a Milano accompagnato dalla moglie e dal fratello.

L'acquirente - descritto dalla vittima del raggiro com un uomo con tratti somatici dell'est Europa - ha accolto i tedeschi al bar. Dopo una consumazione la compravendita è entrata nel vivo: l'acquirente ha convinto il 28enne a seguirlo in bagno dove gli ha mostrato i soldi, un rotolo di banconote da 200 euro. Quando i due sono tornati al tavolo si è concretizzato lo scambio vero e proprio: le carte da collezione sono passate nelle mani del compratore, il rotolo di banconote al venditore.

L'amara scoperta è arrivata poco dopo. Appena il 25enne è tornato in auto ha scoperto di avere tra le mani 215 banconote false con la scritta "Fac-simile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Germania a Milano per vendere carte Pokémon, gli danno 19mila euro falsi

MilanoToday è in caricamento