menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Martina con i genitori

Martina con i genitori

Truffatori sciacalli: scoperte false raccolte fondi per Martina (sfruttando quella vera degli amici)

Segnalate due finte raccolte fondi per la piccola che ha perso mamma e papà in un incidente

Hanno provato a lucrare sul dolore. Hanno cercato di approfittare di un dramma e della stupenda ondata di solidarietà che è nata subito dopo. Ma per fortuna sono stati scoperti e smascherati dagli stessi che a quell'ondata hanno dato vita. 

Truffatori sciacalli in azione sul web, dove sono state aperte due finte raccolte fondi per Martina, la bimba di 5 anni che ha perso entrambi i genitori in un tragico incidente in montagna. Valeria Colella e Fabrizio Marchi, 35 anni lei, 40 lui, sono morti lo scorso weekend dopo essere precipitati nel vuoto durante un'escursione sulla Presolana e da quel momento la piccola è stata affidata ai nonni. 

Per cercare di stare vicino alla famiglia e alla bimba, gli amici di sempre della coppia - guidati da Marlene Martinelli - hanno dato il via a una raccolta fondi su "GoFoundme", che in pochi giorni ha raccolto oltre 340mila euro, che saranno completamente destinati alla piccola. Qualcuno, però, ha pensato bene di inaugurare altre due "collette", utilizzando un nome molto simile: "Regaliamo un futuro a Martina", le due raccolte dei truffatori, e "Regaliamo a Martina un futuro", il nome dell'unica raccolta fondi reale. 

Le due false raccolte - aperte con i nomi di due donne - sono state segnalate a MilanoToday da un'altra amica di Valeria e Fabrizio e al momento risultano chiuse, probabilmente bloccate dallo stesso portale. 

La vera raccolta fondi

È invece ancora aperta "Regaliamo a Martina un futuro", l'unica vera e "riconosciuta", che sta riscuotendo un enorme successo con donazioni da tutta Milano e tutta Italia.

"Un percorso di vita interrotto da un tragico incidente, due vite spezzate all'improvviso senza un motivo, che lasciano un vuoto incolmabile. Fabry e Vale stavano costruendo, programmando e progettando un futuro radioso per la loro famiglia e la loro bambina, Martina. Questa raccolta nasce per continuare a perseguire la missione di vita di Fabry e Vale, regalare a Martina un futuro felice esattamente come i due genitori avrebbero voluto fosse", si legge nella presentazione, che porta proprio la firma di Marlene. 

"Tutto il ricavato verrà devoluto alla famiglia ed utilizzato per sostenere la figlia della coppia, Martina, nel suo percorso di vita. Servirà per aiutarla ad avere il miglior supporto per affrontare questa situazione ed un futuro migliore. L'invio della somma sarà documentato e postato sui social, così da dimostrare la buonafede di questa raccolta nata velocemente per far fronte a questa triste tragedia", ha assicurato l'amica della coppia, che aveva casa a Precotto. 

"Fabrizio e Valeria sono stati due figure di riferimento nella mia vita e mi hanno aiutata in molti momenti difficili. Hanno preso a cuore mia figlia come fossero degli zii e mi hanno protetta e sostenuta sempre. Sono diventati amici, confidenti, famiglia, e sarebbero stati a breve i miei testimoni. Nel corso degli anni ho conosciuto ogni membro della loro famiglia e sono sicura che Martina sarà circondata da amore nella sua crescita. Questa raccolta fondi nasce dalla più limpida delle motivazioni, la volontà di aiutare Martina nella sua crescita e dalla consapevolezza che la coppia avrebbe fatto lo stesso per proteggere mia figlia", ha confessato la ragazza. 

"Seppur un contributo economico non possa lenire il dolore di una simile tragedia, poter contribuire ad alleviare qualsiasi preoccupazione economica è tutto ciò che tutti noi possiamo fare e desiderare per la famiglia travolta da questo dramma", ha concluso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Il calcolatore che stima quando sarà il tuo turno per il vaccino anti-covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento