Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Baggio / Via Luigi Mengoni, 3

La maxi truffa da 100mila euro (sventata) davanti al Duomo di Milano

È successo nella giornata di martedì 3 agosto, i truffatori stavano per rifilare carta straccia in cambio di 90mila euro in lire turche

Avevano trovato la loro preda e l'avevano attirata in trappola. Gli avevano promesso 100mila euro in contanti in cambio di 90mila euro in lire turche. Un vero e proprio affare se non fosse che le banconote europee quasi tutte false. Cinque cittadini italiani già noti alle forze dell'ordine sono stati denunciati per tentata truffa a Milano nella mattinata di martedì 3 agosto.

Tutto è iniziato davanti al Duomo di Milano quando i presunti truffatori hanno dato appuntamento alla loro preda in una sala privata di un locale di via Mengoni. Davanti al bar, tuttavia, c'erano gli agenti del commissariato Centro che avevano avuto una soffiata: nella giornata di lunedì, infatti, un tentativo di truffa simile non era andato in porto e martedì la stessa sala era stata prenotata con la medesima carta di credito del giorno precedente.

Verso mezzogiorno sono arrivate tre persone vestite in modo elegante e la potenziale vittima, un uomo di origini macedoni. Quest'ultimo è entrato con due degli uomini nel locale mentre il terzo si è fermato nei pressi di un bar vicino. Altri due, invece, sono rimasti all'interno di un'utilitaria parcheggiata in via Santa Margherita.

Il blitz è scattato in questo frangente. Addosso agli italiani entrati nel locale con la vittima avevano con loro una valigia con all'interno una macchina conta soldi, un borsello con 10mila euro in contanti (tutte banconote da 200 euro) e un sacchetto in tessuto con oltre 100mila in banconote da 200 riportanti la dicitura facsimile suddivisi in 10 mazzette; in cima a due di questa c'erano due sole banconote autentiche. Addosso all'italiano che era rimasto nei pressi del bar, invece, sono stati trovati addosso circa mille euro in banconote da 50.

La vittima ha spiegato ai poliziotti di essere stato contattato via mail da un intermediario che gli aveva proposto un consistente scambio di denaro, in diversa valuta, da effettuarsi tra l'Italia e la Turchia e che gli aveva dato appuntamento per il 3 agosto 2021 proprio in via Mengoni. Secondo l'accordo lui avrebbe ricevuto, in Italia, 100mila euro in contanti in cambio di 90mila euro in valuta turca che suo figlio, in Turchia, avrebbe dovuto consegnare ad un altro intermediario. Tutti i contanti utili per la truffa sono stati sequestrati.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maxi truffa da 100mila euro (sventata) davanti al Duomo di Milano

MilanoToday è in caricamento