Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Nelle uniche due ore di libertà va in giro a "rubare": arrestato truffatore professionista

In manette un uomo di trentuno anni. Era ai domiciliari per un arresto sempre per truffa

Aveva soltanto due ore "libere" al giorno. E, evidentemente, le passava facendo quello che sapeva fare meglio. Un uomo di trentuno anni, un italiano disoccupato e con precedenti, è stato arrestato lunedì dai carabinieri di Garbagnate in esecuzione di un provvedimento del tribunale di Milano che ha sospeso i domiciliari per il 31enne. 

L'anno scorso, stando a quanto appreso, gli stessi militari lo avevano arrestato in flagranza di reato mentre tentava di raggirare un automobilista con la truffa dello specchietto. Da lì il giudice lo aveva obbligato ai domiciliari con la possibilità di uscire soltanto due ore al giorno. 

In quelle due ore, però, hanno accertato i militari, il 31enne continuava ad andare in giro a mettere a segno truffe, sempre con la tecnica del finto incidente e dello specchietto rotto. L'uomo, a bordo di una Hyundai Atos, avvicinava la macchina della vittima, simulava con un sasso il rumore dello schianto e poi chiedeva soldi per riparare il danno.

I raggiri certificati sono tre: il 30 gennaio a Milano, fallito, il 24 marzo a Garbagnate - 250 euro truffati a un uomo facendogli credere che gli aveva rotto lo specchietto - e il 27 marzo a Baranzate, anche quello non andato a segno. 

Così, i carabinieri - al termine di una breve indagine - lo hanno arrestato e portato in carcere. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle uniche due ore di libertà va in giro a "rubare": arrestato truffatore professionista

MilanoToday è in caricamento