Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Si fingevano avvocati e truffavano gli anziani con debiti inesistenti: sgominata una banda

Nei guai otto persone tra Parma, Roma e Milano. Avrebbero guadagnato oltre 150mila euro

Immagine repertorio

Si presentavano alle loro vittime come avvocati, funzionari delle cancellerie dei tribunali e segnalavano il mancato pagamento di abbonamenti a riviste delle forze dell'ordine. Somme da capogiro, situazioni che si sarebbero potute risolvere con una transazione bonaria. Una tecnica collaudata e fine. Nelle scorse ore i carabinieri hanno fatto scattare le manette per otto persone tra Milano, Monza e Roma, tutte accusate di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe: secondo gli investigatori sarebbero i responsabili dei raggiri.

Tutto è iniziato a febbraio 2016 quando un'anziana di Parma di 75 anni ha segnalato al 112 di essere stata contattata da un avvocato che le imputava uno stato di insolvenza, pari a circa 4 mila euro, frutto del mancato pagamento di alcune rate di un abbonamento a una rivista delle forze di polizia. Non solo, l'uomo affermava trovarsi nella stanza di un magistrato del Tribunale di Milano, la sollecitava –a suoi dire in accordo con il magistrato – a liquidare l’importo, comprensivo di iva all’11%, entro il mattino successivo in modo da evitare il pignoramento dei suoi beni a mezzo di ufficiale giudiziario. Forniva anche il codice iban, l’indicazione della ditta beneficiaria e la causale del bonifico bancario: “chiusura rapporti in essere”.

Gli investigatori avrebbero documentato sedici casi di truffe ma potrebbero essere molte di più. Una tecnica fine anche perché tutte le vittime avevano sottoscritto in precedenza abbonamenti a riviste e i loro nominativi erano confluiti in un archivio "in possesso di uno dei componenti dell'organizzazione criminale", precisano i militari in una nota. Una serie di truffe che secondo i militari avrebbe fruttato oltre 150mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingevano avvocati e truffavano gli anziani con debiti inesistenti: sgominata una banda

MilanoToday è in caricamento