menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffava gli anziani, arrestato il "mago" della tv. Una donna gli ha dato 350 mila euro per i rituali

Ai domiciliari "Mago Candido" e due suoi familiari: sequestrati beni per 3,6 milioni di euro

Indagine su un sedicente mago che prometteva di mettere in contatto le persone con i cari defunti in cambio di soldi. Al centro dell'operazione un uomo di Castelgerundo (Lodi) piuttosto noto anche in tv e sui social network, con il soprannome di "Mago Candido", nella realtà Renzo Martini, 70enne. L'operazione, denominata "The magicians", è condotta dalla guardia di finanza, che sta eseguendo numerose perquisizioni. Il gip del Tribunale di Lodi ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare per il "mago" nonché per la moglie M.M. (69 anni) e la figlia V.M. (27 anni). 

I tre rispondono di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, all'autoriciclaggio e al reimpiego di denaro di provenienza illecita. Secondo quanto si apprende, l'uomo sfruttava la condizione di fragilità di persone anziane promettendo, in cambio di denaro, di togliere il malocchio, effettuare esorcismi e mettere in comunicazione le vittime con i defunti.

Nell'operazione sono stati impiegati circa cinquanta finanzieri. Il sequestro di beni e altre utilità, finalizzato alla successiva confisca, ammonta a circa tre milioni e 600 mila euro di valore. "Mago Candido" e i suoi familiari sono stati posti ai domiciliari. L'uomo era diventato piuttosto conosciuto a Castelgerundo, dove aveva più volte donato al Comune beni utili per la comunità locale tra cui, di recente, un monovolume Dacia Lodgy.

350 mila euro per i rituali magici

Il "mago", che si era costruito una fama di cartomante, induceva le sue vittime a convincersi dell'esistenza di gravi pericoli e così le portava a spendere somme anche ingenti in cambio di rituali magici ed esorcismi. Il caso più eclatante è quello di una donna della provincia di Rimini, vedova, che è arrivata a pagare ben 350 mila euro a "Mago Candido". Ma in altri casi le cifre raggiungevano tranquillamente i 100 mila euro. Durante l'indagine, analizzando conti correnti, ricariche postepay e i dati patrimoniali della famiglia del "mago", i finanzieri hanno individuato altre due persone, il 58enne V.R., di professione commercialista, e il 37enne D.B., che avevano impiegato il denaro delle truffe per acquistare appartamenti e automobili di lusso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento