rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Cronaca

Il truffatore che usava il covid per raggirare le sue vittime

Arrestato un 30enne, che era già in carcere per un'altra truffa a Milano

Il covid come arma per truffare, l'emergenza sanitaria come modo per colpire le sue vittime. Un uomo di 30 anni, cittadino polacco, è stato arrestato dai carabinieri di Genova in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di truffa in concorso. 

Lo scorso aprile, stando a quanto ricostruito dai militari, il 30enne ha derubato una 80enne nel capoluogo ligure portandole via denaro in contanti e monili in oro per un valore di migliaia di euro. Le indagini hanno accertato che quel giorno, l'anziana era stata contattata al telefono da un uomo che si era finto suo cognato e che le aveva detto di essere ricoverato a causa del covid e di avere immediato bisogno di soldi per le cure. La vittima aveva quindi raccolto gioielli e contanti - aveva anche cercato di acquistare altri monili in un compro oro - e li aveva poi consegnati proprio al truffatore, che l'aveva raggiunta sotto casa sua. 

Identificato grazie alle immagini dell’impianto di videosorveglianza cittadino e all'intuito dei militari, il 30enne è stato quindi incastrato. E non è la prima volta. L'uomo si trova infatti già in carcere a San Vittore perché lo scorso novembre è stato fermato a Milano dopo un colpo praticamente identico. Il truffatore senza scrupoli è quindi rimasto in cella. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il truffatore che usava il covid per raggirare le sue vittime

MilanoToday è in caricamento