menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede di Wind Tre - foto Wikipedia/Federico Leoni

La sede di Wind Tre - foto Wikipedia/Federico Leoni

Clienti truffati con servizi a pagamento non richiesti: finanzieri nella sede di Wind-Tre

Perquisizioni nella sede milanese di Wind-Tre su richiesta della procura. I dettagli

Blitz della finanza venerdì mattina nella sede legale di Wind-Tre, il colosso della telefonia che ha "casa" a Rho, nel Milanese. Le fiamme gialle meneghine hanno portato a termine perquisizioni e sequestri nell'ambito di una operazione - coordinata dalla procura meneghina - che ha messo nel mirino alcune presunte truffe messe a segno dalla compagnia. 

La truffa partiva con "zero click" (anche durante il covid)

Stando a quanto accertato da investigatori e inquirenti, infatti, sulle utente di numerosi clienti sarebbero stati attivati servizi aggiuntivi a pagamento sui cellulari senza nessuna autorizzazione o attraverso l'utilizzo di banner pubblicitari ingannevoli. 

Si tratta, ad esempio, dei servizi di meteo, dell'oroscopo, delle notizie con notifiche a pagamento per un giro presunto di affari di oltre 12 milioni di euro. Nell'inchiesta ci sarebbero i nomi di almeno 10 indagati. A coordinare il lavoro dei finanzieri sono stati il procuratore capo di Milano, Francesco Greco, e l'aggiunto Eugenio Fusco, che è a capo del dipartimento Frodi, tutela dei consumatori e reati informatici. Il reato ipotizzato a carico degli indagati è "accesso abusivo a sistema informatico". 

Stando a quanto appreso, le autorità hanno anche inviato una lettera al Garante per le telecomunicazioni sulla posizione di Vodafone e Tim.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento