Cronaca

Il Tar di Milano blocca "Uberpop" in tutta Italia

In seguito al ricorso dei tassisti

Bloccato Uberpop

Il servizio Uberpop è stato bloccato in tutta Italia dal Tar di Milano con un provvedimento di tipo cautelare, in attesa della sentenza di merito.

Si tratta del servizio previsto dalla applicazione Uber attraverso cui tutti coloro che hanno la proprietà di un'auto possono metterla a disposizione, attraverso l'app, per offrire passaggi a pagamento. Il servizio è stato fin da subito molto contestato perché viola di fatto il codice della strada. Il ricorso è stato presentato da alcune associazioni di categoria dei tassisti. 

L'applicazione è stata considerata paragonabile al servizio di radio taxi e dunque interferente con il servizio di taxi organizzato dalle società e svolto dai titolari delle licenze. In una parola, è concorrenza sleale secondo il giudice Claudio Marangoni.

Se i tassisti festeggiano e parlano di "battaglia solitaria" ringraziando il giudice che "ha compreso la situazione", il Codacons si ribella e parla di "doppio danno enorme per gli utenti", perché "limita la concorrenza e riduce le possibilità di scelta per i cittadini". A giudizio del Codacons, "è impensabile che un Paese moderno possa essere privato di sistemi innovativi come Uber, che rispondono a esigenze di mercato e sfruttano le nuove possibilità della tecnologia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar di Milano blocca "Uberpop" in tutta Italia

MilanoToday è in caricamento