Cronaca

La moglie lo lascia in strada perché ubriaco, lui torna e la picchia: messo ai domiciliari

L'uomo, un quarantottenne, aveva chiesto aiuto alla moglie dopo aver bucato. La donna è andato a prenderlo, ma poi - dopo una lite - lo ha lasciato in strada. L'uomo è stato arrestato

Nel giro di pochi minuti ha fatto di lei quello che voleva. Prima le ha chiesto aiuto, già ubriaco. Poi, dopo una lite, è sceso dall’auto. Quindi, arrivato a casa, ha sfogato su di lei la sua rabbia, riempiendola di botte. 

Notte scorsa da incubo per Luisella, una quarantacinquenne milanese, aggredita e malmenata da suo marito, un quarantottenne rigattiere poi arrestato dai carabinieri. 

A dare il là alla serata di paura della donna è stata una telefonata di suo marito. “Pronto? Ho bucato, per favore vienimi a prendere”, le parole dell’uomo. “Arrivo, stai lì”, la risposta della vittima, legata al suo aggressore da diciassette anni, durante i quali ha avuto due figli. 

Subito dopo la richiesta d’aiuto, Luisella capisce che suo marito è già ubriaco e si precipita a dargli una mano. Lo trova e lo preleva, ma nel tragitto verso casa i due iniziano a litigare e il quarantottenne chiede alla donna di fermare l’auto. Così, scende e se ne va. 

Dopo pochi minuti la quarantacinquenne viene raggiunta da una nuova telefonata dai toni perentori, con la quale il coniuge le intima di recuperarlo, altrimenti “Ti spacco la testa”. Luisella si rifiuta e rimane in casa. Poco dopo il marito raggiunge l’abitazione e colpisce a calci e pugni gli infissi, urlando alla moglie di lasciarlo entrare. La donna, per evitare ulteriori problemi e per non attirare l’attenzione del vicinato, si convince ed apre la porta. 

Appena il quarantottenne si trova difronte sua moglie, sfoga tutta la sua rabbia verso di lei, colpendola duramente più e più volte. 

Luisella, terrorizzata e ferita, riesce a chiedere aiuto ai carabinieri. I militari intervengono immediatamente, fermano l’uomo e lo arrestano, mentre lei finisce in ospedale dove le viene refertata una prognosi di quindici giorni per politrauma da contusioni. 

Suo marito invece, giudicato per direttissima, è finito agli arresti domiciliari a casa di un suo parente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La moglie lo lascia in strada perché ubriaco, lui torna e la picchia: messo ai domiciliari

MilanoToday è in caricamento