Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Uccise un vigile investendolo: appena scontata la pena, va a rubare in una casa

Il 26enne è stato bloccato dalla polizia insieme a dei complici

Remi Nikolic, il giovane con diversi alias che nel 2012 da minorenne a bordo di un suv travolse e uccise l'agente di Polizia locale Niccolò Savarino a Milano, è stato fermato nelle scorse ore per due furti in abitazione che avrebbe commesso con altri due giovani rom il 22 febbraio scorso.

Secondo quanto trapelato dalle forze dell'ordine, 11 giorni prima Nikolic, difeso dal legale David Russo e condannato dai giudici minorili a 9 anni e 8 mesi, aveva finito di scontare la pena per l'omicidio. Il fermo per Nikolic, che ora ha 26 anni, e per gli altri 2 è stato disposto dal pm Francesca Crupi dopo le indagini della Squadra mobile.

Nel corso delle perquisizioni, è stata sequestrata la somma contante complessiva di euro 8mila, un piccolo lingotto in oro, nonché abiti e numerosi gioielli di marchi come Rolex, Cartier, Bulgari, Tiffany, Gucci e Versace. A carico dei tre sono stati sequestrati anche gli indumenti utilizzati durante i furti contestati, a riscontro dell'attività investigative svolta. 

I malviventi sono ritenuti responsabili di alcuni furti consumati nel periodo di febbraio e marzo 2020 all'interno di lussuosi appartamenti nel centro di Milano, grazie ai quali sono riusciti a sottrarre ingenti somme di denaro, gioielli ed effetti personali, dal valore complessivo superiore a 200mila euro. I furti avvenivano nelle ore notturne quando il trio, sfruttando l'assenza delle vittime, riusciva ad introdursi all'interno degli appartamenti forzando i vari punti di accesso, spesso arrampicandosi lungo le grondaie od attraverso i tetti, come dei veri acrobati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise un vigile investendolo: appena scontata la pena, va a rubare in una casa

MilanoToday è in caricamento